venerdì 28 marzo 2014

FIOR DI MELO

In questa primavera stentata, che fa la ritrosa dopo che l'inverno le era andato troppo vicino fino a solo poco tempo fa, vivo giorni grigi, pieni di lavoro strano, faticoso, il cui frutto chissà se e come e quando verrà.
Tra le tante comunicazioni, l'arrivo di un sms ormai é captato come il segnale di qualche nuovo problema da risolvere piuttosto che come qualcosa di bello, di atteso, di leggero, come poteva capitare che fosse fino a qualche tempo fa.
Ma ieri, almeno, qualche parola é venuta a rasserenarmi.
Era una mia amica, acquisita da poco, ma con la quale mi sono trovata spesso a ridere e sorridere (e non é proprio poco di questi tempi). Le avevo regalato il mio libro di poesie, LIEVI PASSI TRA I GIORNI.
Questo é il contenuto del suo sms:

Le tue poesie sono bellissime...Tra le mie preferite. "Inverno dentro"...ma anche tante altre...hai uno stile unico e originale..atemporale...complimenti! 

Non é per lodarmi davanti a tutti che lo riporto qui. E' per far notare che talvolta le piccole cose creano un grande spazio in mezzo al cuore. Lo fanno respirare ... e Dio solo sa quanto é benefico che questo accada!

2 commenti:

  1. Sono segnali importanti. E' come il vento che spazza le nuvole. -:)))

    RispondiElimina
  2. Speriamo! Ti ringrazio Noce!!!.-)))

    RispondiElimina